Violenze e disordini in carcere, allarme della polizia penitenziaria

martedì 14 luglio 2020

TARANTO - Violenze, proteste, scontri e tentativi di strangolamento: le carceri sono diventate invivibili. L'Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria per voce del Segretario Generale Aggiunto Pasquale Montesano, avverte che non c'è più da stare tranquilli: "L’8 Luglio scorso un detenuto un di origini Baresi, definitivo per reati vari, ha dato fuoco prima alla stanza di pernottamento della 3 sezione B Giudiziario , poi portato in osservazione ha bruciato anche la stanza dell'osservazione ,nella circostanza e stato necessario evacuare la sezione e mettere in sicurezza i circa 60 detenutile , nella mattinata di ieri lo stesso detenuto ha dato fuoco alla stanza di pernottamento dello stesso reparto che solo con intervento della polizia penitenziaria e stato evitato il peggio per altri 5 detenuti ".

“La situazione di Taranto – prosegue il sindacalista dell’O.S.A.P.P.- torna alla ribalta per un fatto di estrema gravita verificatesi nella giornata del 10 Luglio u.s. , che ha visto un assistente Capo della Polizia Penitenziaria vittima di un facinoroso detenuto di origini napoletana che senza alcun motivo all’atto dell’ingresso al passeggio del reparto osservazione ha afferrato al collo il collega col tentativo di strangolarlo , nella violenta colluttazione il detenuto strappava dalle mani del poliziotto il mazzo di chiavi con il tentativo di colpirlo e solo la lucidità e il pronto intervento degli uomini del reparto ha evitato disastrose conseguenze . L'Escalation degli eventi critici pone inequivocabili dubbi sulla funzionalità dell’attuale sistema penitenziario Italiano , l'evento di Taranto evidenzia ancora una volta il dramma del superamento Ospedali Psichiatrici Giudiziari che rafforza ancor di più la convinzione di un amministrazione penitenziaria nel totale caos e disorganizzazione che sta generando forti rischi e pericolo iu un sistema sull'orlo del precipizio, Polizia Penitenziaria rimaneggiata negli organici e in tutto cio che la circonda e sempre presente nonostante tutto con senso di responsabilità e attaccamento al dovere non comune.

“La situazione delle carceri pugliesi – prosegue il sindacalista dell’O.S.A.P.P. – risulta chiara e gli episodi si ripetono con sempre maggiori frequenza e gravità a fronte di una sostanziale assenza di iniziative a tutela del personale di Polizia Penitenziaria, come è noto, da parte dell’Amministrazione Penitenziaria Centrale e a questo punto anche da parte delle nuove Autorità dipartimentali che seppure insediate da poco hanno ormai in mano tutti i dati per assumere concrete determinazioni e rinnovamento di un sistema che ormai è allo sfascio totale.  È indubbio -conclude Montesano - che occorra oggi considerare da parte del governo e del Ministro della Giustizia la necessità di una nuova e più efficiente amministrazione penitenziaria che oltre a dare certezza alla detenzione costruisca un carcere rivolto alle esigenze di sicurezza e trattamento umano dei dipendenti".

Altri articoli di "Taranto"
Taranto
01/07/2020
Pubblicata la gara per l’affidamento della ...
Taranto
25/06/2020
Dal 10 luglio le navi portacontainer di Cma Cgm scaleranno ...
Taranto
23/06/2020
In arrivo oltre 697 mila euro per il Comune di Taranto dei ...
Al Cinema Bellarmino di Taranto arrivano le “Giornate del Cinema Horror”:  anteprima il 31 ...