Ilva, Gentiloni chiede di ritirare il ricorso

venerdì 22 dicembre 2017
Il premier lancia un appello a Emiliano e al sindaco di Taranto.

All'indomani del muro contro muro tra il ministro Calenda e il presidente della Regione Puglia Emiliano, nella querelle Ilva interviene anche il premier Paolo Gentiloni: "Mi rivolgo al presidente Emiliano e al sindaco Melucci facendo appello alla loro responsabilità e alla sensibilità istituzionale che ben conosco. Vi chiedo di ritirare il ricorso al Tar e di non mettere a rischio interventi per la bonifica ambientale e il lavoro che Taranto aspetta da anni". Per poi aggiungere: "Da parte del Governo c'è piena disponibilità al confronto sulle questioni che avete sollevato. Conto su di voi, l'Italia e la Puglia hanno bisogno di leale collaborazione". Un appello cui Emiliano risponde senza, però, fare un passo indietro. Ma dicendosi disponibile, invece, ad un incontro con il premier per spiegare invece le ragioni del ricorso.

“Il ricorso” spiega Emiliano “ha il fine esclusivo di tutelare la salute dei cittadini e dei lavoratori da uno stabilimento per il quale è attualmente in corso un processo penale per disastro ambientale e avvelenamento di sostanze alimentari davanti alla Corte d'Assise di Taranto e per il quale occorre impedire che le condotte di reato siano reiterate”.

 

Altri articoli di "Ambiente"
Ambiente
10/09/2018
In un'intervista a Repubblica, l'attore lancia strali ...
Ambiente
06/09/2018
 Dopo una lunga trattativa, i sindacati riescono a ...
Ambiente
06/09/2018
Il Comune ha richiesto l'intervento del nucleo ecologico: ...
Ambiente
30/07/2018
Senza il sindaco Melucci, assente per protesta, stamattina ...
Vendite online per il festival che animerà la valle dal 13 luglio al 4 agosto. È aperta la vendita ...